Torna alle linee guida

6.1.4    Linee-Guida : La UVIG che ha la responsabilità della VMD deve anche gestire e monitorizzare nel tempo, tramite successive VMD, il piano individualizzato di assistenza per l'anziano fragile e, quindi, avere anche la responsabilità della continuità della cura (A). La UVIG dovrebbe comprendere almeno il medico specialista in Geriatra come coordinatore, l’infermiere e l’assistente sociale (A). Il MMG dovrebbe essere, a tutti gli effetti, un componente della UVIG per le scelte relative agli anziani che ha in cura (C).

 

6.2.4    Le Evidenze : I risultati più significativi sono stati osservati quando la stessa équipe ha avuto la responsabilità non solo della VMD, ma anche della formulazione e realizzazione del piano individualizzato d’intervento (Ia) 17;22-24 .

 

6.3.4    Raccomandazioni per l'implementazione locale : definizione dei compiti e delle sinergie, a questo proposito il gruppo di esperti raccomanda che, per assicurare la continuità della cura, si crei una totale sinergia tra le decisioni prese dall’UVIG ed il MMG, tenendo presente che la legislazione italiana affida a quest’ultimo la responsabilità del paziente non ospedalizzato. Inoltre, è indispensabile che l’organico della UVIG territoriale risponda ai requisiti indicati in 6.2.5 (e quindi comprenda almeno il geriatra, l’infermiere professionale, il fisioterapista e l’assistente sociale);

 

Bibliografia

17.   Lewis B. Protein levels and the aetiology of pressure sores. J.Wound Care 1996;5:479-82.

22.    Guillet P. Home care teams. Rev.Prat. 1990;40:2517-20.

24.   Alessi CA, Stuck AE, Aronow HU, Yuhas KE, Bula CJ, Madison R et al. The process of care in preventive in-home comprehensive geriatric assessment. J.Am.Geriatr.Soc. 1997;45:1044-50.