Facebook Twitter

Società Italiana di gerontologia e geriatria

LA MEDICINA TERRITORIALE RICONOSCE LA FRAGILITÀ NEL MALATO E IN PARTICOLARE NELL’ANZIANO?

Le necessità assistenziali della società moderna richiedono una riorganizzazione della medicina territoriale (Eur Geriatr Med 2021;12:899). Da recenti statistiche, il 10% degli ultra65enni e il 25-50% degli ultra85enni presentano fragilità, condizione generalmente destinata ad evolvere in disabilità. L’obiettivo di tale riorganizzazione sarebbe quello di prevenire la fragilità o almeno rallentare la sua evoluzione verso la non-autosufficienza.

Leggi di più…