Societá

Attivitá SIGG

Bollettino SIGG: Numero 3, Marzo 2005


Direttore Responsabile
Nicola Ferrara

A cura di
Vincenzo Canonico
Tel. e fax 081 7464297
e-mail: vcanonic@unina.it

Scarica il bollettino:

Editoriale del Presidente

In questi giorni ho partecipato ad un convegno sullo scompenso cardiaco e la qualitá della vita. La discussione si é tenuta prevalentemente tra geriatri e si é sviluppata ad un livello notevole sul piano clinico-culturale, toccando i temi piú significativi del rapporto tra malattie e invecchiamento, considerandone in particolare gli aspetti di confine tra interventi volti a prolungare la vita e quelli rivolti invece a controllare la sintomatologia.
Il dibattito é molto vivo in letteratura, anche perché qualcuno scopre in ritardo quello che la geriatria ha sempre praticato, cioé la necessitá di approcci di cura che siano assieme volti al prolungamento ed al miglioramento della qualitá della vita (discutendo sul termine "palliative care", che ha valenze diverse in italiano ed in inglese). Al di lá della specificitá del dibattito, che spero possa essere riprodotto in un volume, desidero richiamare l´attenzione dei soci sul fatto che quando la geriatria riesce ad esprimere contemporaneamente contenuti metodologici, propri della nostra cultura, e contenuti specifici, riguardanti patologie d´organo, allora viene ascoltata da tutti con grande attenzione ed incide profondamente sulla prassi clinica.
In questi mesi di presidenza ho cercato di instaurare rapporti di studio con diverse specialitá, in modo da rinforzare l´immagine (e la realtá) della geriatria come scienza in grado di affrontare con una propria originalitá, ma senza incertezze, i diversi problemi clinici posti da un anziano ammalato. Il modello é l´Associazione Italiana di Psicogeriatria che in questi anni di lavoro intenso ha posto i geriatri ad un livello di paritá con le altre scienze del cervello, permettendo loro di dare un contributo significativo e di riceverne altrettanti. Oggi in Italia nella cura delle demenze i geriatri sono tecnicamente capaci delle diagnosi piú sofisticate e clinicamente esperti nella cura a lungo termine. Lungo questa linea abbiamo recentemente gettato ponti verso la diabetologia, l´oncologia, la cardiologia: dobbiamo recuperare molto tempo perduto, peró siamo sulla buona strada, come dimostrato dal recente incontro di Firenze. Sono certo che i soci vorranno credere a questa impostazione, anche se dovremo affrontare qualche difficoltá e forse l´opposizione di chi non vuole riconoscere il ruolo della geriatria. Nel suo recente importante editoriale, Leslie Libow (NEJM 352: 750, 2005) scrive: "molti medici vedono la geriatria come un attacco alla loro identitá professionale" . Certo, quando si esce allo scoperto e si difendono in modo intelligente e originale le proprie idee é facile suscitare reazioni avverse, dettate dallo scetticismo, dall´invidia, dalla pigrizia. Peró, come scrive ancora Libow, "i geriatri sono tra gli specialisti quelli con un piú elevato grado di soddisfazione per il proprio lavoro".
Andiamo quindi avanti nel nostro impegno di cura, consci delle responsabilitá che abbiamo e della fiducia che un numero sempre piú ampio di persone pone sul nostro lavoro. Perché la geriatria é "la fortuna dei baby boomers" e "sarebbe autolesivo per la nostra societá non alimentare lo sviluppo della geriatria".
Sono affermazioni di un editoriale di New England Journal of Medicine e non del presidente della SIGG!

Marco Trabucchi
M. Trabucchi

La festa dei nonni

E´ in dirittura d´arrivo l´approvazione del disegno di legge n. 3131 che istituisce la "Festa nazionale dei nonni". Il disegno di legge, presentato nell´ottobre 2004 dal Senatore Francesco Pontone (napoletano), dopo i pareri favorevoli delle competenti Commissioni Parlamentari é stato giá discusso una prima volta in Assemblea ed é in attesa dell´approvazione finale. L´iniziativa, come risulta dalla lettura degli atti parlamentari, é stata firmata da circa 150 Senatori e non ha trovato alcun ostacolo nell´opposizione, che anzi l´ha accolta con grande entusiasmo e ne ha condiviso pienamente gli scopi sociali.
La legge istituisce la festa il 26 luglio di ogni anno, giorno in cui la Chiesa ricorda S. Gioacchino e Sant´Anna, genitori della Madonna e quindi nonni di Gesú, anche se é al vaglio del Parlamento l´ipotesi alternativa di spostarla al 2 ottobre, giorno in cui in alcune Regioni giá vengono festeggiati i nonni, per iniziativa delle istituzioni locali. Il 2 ottobre é la festa dei Santissimi Angeli Custodi, anche per questa data vi é il richiamo al ruolo svolto dai nonni, le scuole sono aperte, quindi é possibile prevedere che i singoli istituti promuovano momenti di discussione e di approfondimento sulle tematiche dei nonni.
E´ previsto nel disegno di legge anche l´istituzione del "Premio nazionale del nonno e della nonna d´Italia", in favore di dieci nonni e nonne che, nel corso dell´anno, si siano distinti per aver compiuto azioni particolarmente meritorie sul piano sociale, giudicate da un´apposita Commissione, nominata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, formata da componenti tutti  ultrasessantacinquenni.
La figura dei nonni in ognuno di noi si accompagna a ricordi dell´infanzia, a momenti di tenerezza e di rifugio durante le difficoltá dell´adolescenza ed i numerosi insegnamenti ricevuti vengono trasmessi spesso anche ai figli ed ai nipoti. Non dimentichiamo che negli ultimi anni, i nonni sono diventati fondamentali all´interno di molte famiglie italiane soprattutto dove entrambi i genitori lavorano. I nonni svolgono un ruolo insostituibile nel contribuire all´educazione degli adolescenti, senza tuttavia dar luogo a quel processo di spersonalizzazione educativa che puó determinarsi attraverso l´utilizzo di personale esterno alla famiglia ed alle sue tradizioni. Una recente indagine ISTAT ha mostrato che il 55% delle donne che lavorano affidano i figli ai propri genitori o ai suoceri. Ció significa che nella prima infanzia i nonni sono di gran lunga la prima istituzione: l´asilo nido accoglie soltanto il 22,4% dei bimbi. La scelta dei nonni come custodi dei nipoti é legata soltanto marginalmente a ragioni opportunistiche: le mamme affidano i figli ai nonni in primo luogo per la fiducia (50%), la comoditá (22%) viene molto dopo, cosí come la convenienza economica (8,4%) o la mancanza di alternative (7,9%). Ricordiamo inoltre che in Italia ci sono circa 14 milioni di nonni, la maggior parte donne, e che circa il 70% dei nonni, quando vi é la possibilitá, contribuisce al budget della famiglia dei figli con regali, partecipazione alle spese e prestiti vari.
Si tende in sintesi a valorizzare, con l´attuale disegno di legge, un ruolo positivo svolto dalle persone anziane non considerate, come spesso accade, esclusivamente come soggetti "fragili, non autosuffícienti, con tante esigenze sociali e sanitarie" verso cui é necessario dedicare servizi di sostegno ad alti costi. Il disegno di legge non introduce alcun benefício, ma offre un riconoscimento a carattere esclusivamente onorifico, con il coinvolgimento anche del Capo dello Stato.
La SIGG e la FIRI seguiranno attentamente gli sviluppi del disegno di legge e promuoveranno iniziative da svolgere nelle sedi regionali. Se ne parlerá nel prossimo Consiglio Direttivo.

Vincenzo Canonico
V. Canonico

Nuovo Editor-in-Chief del Journal of Gerontology

An Exciting Thought
Luigi Ferrucci

Longitudinal Studies Section, Clinical Research Branch, National Institute on Aging,
National Institutes of Health, Baltimore, Maryland

Beginning with this issue, I will be the new Editor-in-Chief of the Journal of Gerontology: Medical Sciences. I feel apprehensive, excited, and honored at the same time.
Becoming the Editor of the Journal in which I published my first paper nearly 20 years ago gives me a tremendous sense of pride and responsibility. The previous Editor-in-Chief, Dr. John Morley, provided sound leadership and substantially elevated the scientific reputation of the Journal. My goal is to make the Journal of Gerontology: Medical Sciences not only the top-ranked journal in the field of aging and geriatric research but also one of the most prestigious journals in medical science. Although this goal might appear quite ambitious, the seeds of high-quality scholarship exist, and my role as Editor is merely to create the optimal conditions for their growth.
The initial expansion of geriatric medicine was based on the recognition that older patients develop complex medical syndromes that are best evaluated and managed using a comprehensive approach (1,2). In more recent years, bench scientists, clinicians, and epidemiologists have produced a wealth of scientific data that have increased substantially our understanding of the aging process and the pathophysiology of age-related medical conditions (3). Unfortunately, there has not been a great deal of success in narrowing the gap between scientific discoveries and clinical applications, and our geriatric patients receive little direct benefit from this new knowledge. Thus, there is a tremendous need to expand translational research, and the Journal will be receptive to articles that address this topic. In particular, I will strive to improve the quality and impact of published articles in the areas of geriatric medicine (4), clinical trials in frail older persons (5), and mechanistic studies developed in the context of longitudinal studies (6). I am especially interested in introducing in the Journal research aimed at understanding the development of frailty and functional decline in the older person (7,8), bridging the gap between basic science and clinical applications (3), creating and validating new measurements tools for clinical assessment, and introducing novel techniques of genetics and cellular and molecular biology in epidemiological and clinical studies (9,10). Priority will be given to concise articles that present creative, new hypotheses supported by a solid analytical approach.
I cannot do this alone. However, I am fortunate to have recruited a group of first-rate Associate Editors, each of whom is a leader in the aging field with a different scientific focus. I have the utmost confidence in my colleagues´ capacity to produce an informative journal of stellar scientific quality that will also be a pleasure for busy scientists and geriatricians to read. The new Editorial Board, which includes old and new members, complements the expertise of the Associate Editors.
Aging has been conceptualized as declining efficiency of the mechanisms that maintain the homeostatic equilibrium, which is continuously challenged by destabilizing events (11-13). The signaling pathways of this network, including hormones, inflammatory markers, free radicals and antioxidants, and the autonomic nervous system are modulated by nutritional status and physical activity (14-17). Understanding the set of rules that regulate the interaction between these components of the homeostatic network is central to geriatric medicine and to the discovery of new interventions that specifically target the medical problems of frail older persons. I am very optimistic. I predict that geriatric medicine will see the remarkable development of new techniques and novel pharmacological approaches and will keep pace with the rapid new developments in other medical disciplines. My wish is that, over the next few years, the Journal of Gerontology: Medical Sciences will become one of the major protagonists and promoters of this important line of development.

Address correspondence to Luigi Ferrucci, MD, PhD, Longitudinal Studies Section, Clinical Research Branch, NIA, NIH, 3001 S. Hanover St., NM540, Baltimore, MD, 21225. E-mail: ferruccilu@mail.nih.gov

REFERENCES
1. Rubenstein LZ, Joseph T. Freeman award lecture: comprehensive geriatric assessment: from miracle to reality. J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:473-477.
2. Rubenstein LZ, Josephson KR, Wieland GD, English PA, Sayre JA, Kane RL. Effectiveness of a geriatric evaluation unit. A randomized clinical trial. N Engl J Med. 1984;311:1664-1670.
3. Holliday R. The close relationship between biological aging and age-associated pathologies in humans. J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:543-546.
4. Hazzard WR. Geriatrics: specialty, subspecialty, or supraspecialty? J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:1161-1162.
5. Ferrucci L, Guralnik JM, Studenski S, Fried LP, Cutler GB, Jr., Walston JD. Designing randomized, controlled trials aimed at preventing or delaying functional decline and disability in frail, older persons: a consensus report. J Am Geriatr Soc. 2004;52:625-634.
6. Landi F, Cesari M, Onder G, Lattanzio F, Gravina EM, Bernabei R. Physical activity and mortality in frail, community-living elderly patients. J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:833-837.
7. Fried LP, Ferrucci L, Darer J, Williamson JD, Anderson G. Untangling the concepts of disability, frailty, and comorbidity: implications for improved targeting and care. J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:255-263.
8. Schuurmans H, Steverink N, Lindenberg S, Frieswijk N, Slaets JP. Old or frail: what tells us more? J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:962-965.
9. Deocaris CC, Kaul SC, Taira K, Wadhwa R. Emerging technologies: trendy RNA tools for aging research. J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A:771-783.
10. Karasik D, Hannan MT, Cupples LA, Felson DT, Kiel DP. Genetic contribution to biological aging: the Framingham Study. J Gerontol Biol Sci Med Sci. 2004;59A: 218-226.
11. Lipsitz LA. Physiological complexity, aging, and the path to frailty. Sci Aging Knowledge Environ. 2004;2004(16):pe16.
12. Walston J. Frailty-the search for underlying causes. Sci Aging Knowledge Environ. Jan 28 2004;2004(4):pe4.
13. Wilson JF. Frailty-and its dangerous effects-might be preventable. Ann Intern Med. 2004;141:489-492.
14. Chung HY, Kim HJ, Kim KW, Choi JS, Yu BP. Molecular inflammation hypothesis of aging based on the anti-aging mechanism of calorie restriction. Microsc Res Tech. 2002;59:264-272.
15. Jankord R, Jemiolo B. Influence of physical activity on serum IL-6 and IL-10 levels in healthy older men. Med Sci Sports Exerc. 2004;36:960-964.
16. Pedersen BK, Hoffman-Goetz L. Exercise and the immune system: regulation, integration, and adaptation. Physiol Rev. 2000;80:1055-1081.
17. Ferrucci L, Guralnik JM. Inflammation, hormones, and body composition at a crossroad. Am J Med. 2003;115:501-502.
Journal of Gerontology: MEDICAL SCIENCES Copyright 2005 by The Gerontological Society of America 2005, Vol. 60A, No. 1, 56


"Caro Luigi,
a nome di tutta la SIGG Ti invio l´augurio piú affettuoso di buon lavoro. Il Tuo primo editoriale é una indicazione preziosa per tutti noi: speriamo di essere all´altezza di un compito non facile, ma eccitante.
Grazie e ad majora!
Marco"

L. Ferrucci

Simposio del Presidente al prossimo Congresso SIGG

Nel corso del prossimo Congresso Nazionale una sessione verrá dedicata alla presentazione di 6 casi clinici particolarmente significativi da vari punti di vista, cioé in grado di richiamare l´attenzione e l´interesse di molti per le particolaritá di ordine patogenetico, clinico o psico-sociale.
 Lo scopo é stimolare i colleghi ad osservare con attenzione nel corso della propria pratica medica i casi che per diverse ragioni potrebbero indurre a considerazioni di carattere generale. Si vuole associare ai dati fondati sulla medicina dell´evidenza (e quindi sugli studi epidemiologici controllati) anche gli spunti ottenibili dall´osservazione del singolo caso, in linea con una geriatria che sa valorizzare l´evidence based medicine e la narrative medicine.
I colleghi sono invitati ad inviare alla segreteria della SIGG entro il 15 maggio una analitica (e non banale) descrizione del caso che vorrebbero presentare nel corso del simposio; ai prescelti da una commissione nominata ad hoc verrá consegnato un riconoscimento particolare, che ricordi l´importanza di un modo peculiare di affrontare le problematiche cliniche dell´anziano.

Marco Trabucchi


Premi FIRI-SIGG e FSR-SIGG

PREMIO FIRI-SIGG
La Fondazione Italiana Ricerca sull´Invecchiamento, insieme con la Societá Italiana di Gerontologia e Geriatria, bandisce un premio per il miglior lavoro scientifico pubblicato negli ultimi 3 anni da un giovane ricercatore (max 40 anni).
Il premio consiste in 5.000,00 euro e la presentazione dei dati in seduta plenaria nel corso del 50° Congresso Nazionale della Societá.
La scadenza per la presentazione delle domande é il 15 giugno 2005.
Il candidato dovrá presentare un lavoro scientifico giá pubblicato (o giá accettato da una rivista), assieme ad una breve relazione (max 2 pagine) che lo colloca in una prospettiva generale.
Per motivi di opportunitá, dal concorrere al premio sono esclusi allievi o collaboratori dei componenti il Consiglio Direttivo della SIGG.


PREMIO FSR-SIGG
La Fondazione Socialitá e Ricerche di Bergamo e la Societá Italiana di Gerontologia e Geriatria bandiscono un "Premio alla carriera" per un geriatra italiano che si sia particolarmente distinto con atti concreti della propria vita professionale, nella cura, nell´assistenza e nello sviluppo di servizi dedicati  all´anziano.
Il premio, attribuito da una commissione nominata dalla SIGG in accordo con FSR, ha un valore di 5.000,00 euro e dá diritto a tenere una lettura in seduta plenaria durante il 50° Congresso Nazionale della SIGG.


Contempo 2005 e modalitá di partecipazione

Corso Residenziale
Contempo 2005: Le malattie dell´anziano
Grand Hotel Gardone Riviera (BS), 28 - 29 aprile 2005

Giovedí 28 aprile 2005

"Il metodo in geriatria"
Presiede: Giuseppe  Romanelli

9.00  La geriatria: un continuo progresso culturale e clinico Marco Trabucchi
  Discussione
10.00  Lo studio del singolo caso  Renzo Rozzini
  Discussione
11.00    Intervallo
11.30 Il data base come strumento per monitorare l´efficacia
    in geriatria  Roberto Bernabei
  Discussione
12.30  Colazione

"Il contempo in neuropsicogeriatria"
Presiede: Massimo Calabró

14.00 Le demenze: verso una nuova nosografia    Angelo Bianchetti
Discussione
15.00 L´alcoolismo nell´anziano      Alberto Cester
 Discussione
16.00 Depressione e malattia somatica     Umberto Senin
 Discussione
17.00 Chiusura dei lavori

Venerdí 29 aprile 2005

"Il contempo in cardiogeriatria"
Presiede: Mauro Zamboni

9.00 La sincope        Gabriele Noro
Discussione
10.00 L´ipertensione: quando e come trattare    Andrea Ungar
Discussione
11.00 Intervallo
11.30  Cardiologia interventistica nell´anziano    Niccoló Marchionni
 Discussione
12.30  Colazione

"Il contempo in pneumologia geriatrica"
Presiede: Giorgio Annoni

14.00 BPCO  Raffaele Antonelli Incalzi
 Discussione
15.00 Le polmoniti  Nicola Ferrara
 Discussione
16.00 Il tumore del polmone  Domenico Cucinotta
 Discussione
17.00 La geriatria verso il futuro: conclusioni di Contempo  Giulio Masotti
Discussione
18.00 Test di valutazione dell´apprendimento
18.30  Chiusura dei lavori

Il volume "CONTEMPO 2005" verrá pubblicato da CIC Edizioni Internazionali

La quota di partecipazione  é di 250,00 euro (200,00 per i soci della SIGG con etá inferiore a 35 anni). Per iscrizioni rivolgersi a: Accademia Nazionale di Medicina - Sezione di Geriatria - Via Martin Piaggio 17/6 - 16122 Genova - tel. 010 83794238 e-mail: iscrizioni@accmed.net - www.accmed.org


Programmi aggiornati dei Seminari estivi

SEMINARIO ESTIVO SIGG 2005
San Giovanni Rotondo, 19-23 giugno 2005
Casa Sollievo della Sofferenza - Centro di Spiritualitá Padre Pio

Domenica 19 giugno
- Registrazione dei Corsisti
- Saluto e introduzione al Corso

Lettura
18.00  Perché un giovane deve "amare" la geriatria
 M. Trabucchi

Lunedí 20 giugno
"DALLA RICERCA DI BASE ALLA PRATICA CLINICA"
La metodologia di ricerca come modello operativo per la pratica clinica in geriatria

Letture
09.30 La ricerca epidemiologica: dallo studio di popolazione alla prevenzione
 S. Maggi
10.30 La ricerca clinica: dalla evidence based-medicine al letto del malato
 A. Pilotto
11.30 La ricerca di base: dal gene alla diagnosi e alla terapia
 E.M. Valente
12.30 Pausa
La Valutazione Multidimensionale come strumento clinico e di ricerca
14.30 Discussione casi clinici a piccoli gruppi
16.30 Discussione plenaria
17.30 Conclusioni

Martedí 21 giugno
"LO SCOMPENSO CARDIACO DELL´ANZIANO"

Letture
09.30 Epidemiologia
 M. Di Bari
10.30 Fisiopatologia
 D. Leosco
11.30 Trattamento
 N. Marchionni
12.30 Pausa
La valutazione cardiovascolare nell´anziano: uso razionale degli strumenti diagnostici
14.30  Esercitazioni pratiche a piccoli gruppi con tutors
16.30 Discussione plenaria
17.30 Conclusioni

Mercoledí 22 giugno
"LA PATOLOGIA GASTROINTESTINALE NELL´ANZIANO"

Letture
9.00  Le malattie delle alte vie digestive nell´anziano
 A. Pilotto
10.00  La sindrome da malassorbimento nell´anziano
 F. Perri
11.00  Alterazioni epatiche nella sindrome metabolica dell´anziano
 G.L. Vendemiale
12.00 Le turbe dell´alvo nell´anziano
 V. Annese
13.00 Pausa
L´uso razionale degli strumenti diagnostici nell´anziano
14.30 Esercitazioni pratiche a piccoli gruppi con tutors
16.30 Discussione plenaria
17.30 Conclusioni

Giovedí 23 giugno
"L´INVECCHIAMENTO CEREBRALE"

Letture
9.00 Il deficit cognitivo dell´anziano: inquadramento nosografico e fisiopatologico
 A. Capurso
10.00  La clinica della demenza
 O. Zanetti
11.00  Neuroimaging: le disabilitá cognitive
 C. Geroldi
12.00 Le terapie delle demenze
 P. Mecocci
13.00 Pausa
L´uso razionale degli strumenti diagnostici nell´anziano
14.30 Esercitazioni pratiche a piccoli gruppi con tutors
16.30  La geriatria verso il futuro
 U. Senin
17.30 Conclusioni

II° SEMINARIO ESTIVO SIGG 2005
Folgaria (Tn), 3-7 luglio 2005

Domenica 3 luglio
- Registrazione dei Corsisti
- Saluto e introduzione al Corso

Lettura
18.00  Perché un giovane deve amare la geriatria?
           M. Trabucchi

Lunedí 4 luglio
"PATOLOGIA OSTEOARTICOLARE NELL´ANZIANO"

9.00  Focus sull´artrosi: epidemiologia, impatto su stato di salute e qualitá della vita, approccio terapeutico
A. Mannoni
13.00 Pausa pranzo
14.00  Patologia articolare infiammatoria
G. Noro, R. Bortolotti
18.00 Conclusioni

Martedí 5 luglio
"PATOLOGIA ONCOLOGICA NELL´ANZIANO"

9.00   Neoplasie dell´anziano: dimensione epidemiologica e valutazione geriatrica  multidimensionale
A. Gambardella
13.00 Pausa pranzo
14.00  Management delle piú frequenti patologie neoplastiche dell´anziano
           L. Repetto
18.00 Conclusioni

Mercoledí 6 luglio
"ASPETTI DI LONG TERM CARE"

9.00  La riabilitazione geriatrica
         B. Bernardini, N. Ferrara
13.00 Pausa pranzo
14.00  Le cure terminali
           F. Caretta, M. Petrini, O. Zanetti
18.00 Conclusioni

Giovedí 7 luglio
"PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE NELL´ANZIANO"

9.00  Sindromi coronariche acute: linee-guida vs. "real world"
         N. Marchionni 
13.00 Pausa pranzo
14.00  La sincope: diagnostica e trattamento
 C. Mussi
17.00  Chiusura del Corso


MODALITÁ DI PARTECIPAZIONE AI DUE SEMINARI ESTIVI
La S.I.G.G. ripropone, per il secondo anno consecutivo, come attivitá di formazione innovativa, la formula della Summer School dedicata a giovani medici, iscritti SIGG, che non abbiano superato i 30 anni di etá e, visto il successo riportato nella prima edizione, ha deciso di organizzare due seminari estivi da tenersi a San Giovanni Rotondo ed a  Folgaria.
Gli interessati dovranno inviare alla SIGG, tramite e-mail (sigg@sigg.it), un breve curriculum, l´indicazione del seminario al quale intendono prendere parte ed uno scritto di due cartelle motivando il loro desiderio di partecipazione.
Verranno selezionati solo 20 partecipanti per ciascun seminario.

Dead line 30 aprile 2005
La SIGG offrirá l´iscrizione e l´ospitalitá completa; i partecipanti dovranno provvedere in proprio alle spese di viaggio.
Per questi eventi verrá richiesto l´accreditamento al programma nazionale di Educazione Continua in Medicina


I Soci scrivono

L´informatica e la sanitá: sono ancora troppo distanti

Le novitá in campo sanitario sono notevoli; i Medici del SSN dovranno utilizzare sistemi informatici: si parla di certificazione e prescrizione telematica. Peró solo il 25% dei medici interpellati si é dichiarato favorevole. La novitá potrebbe  riguardare anche i pazienti anziani per i quali tante sono le prescrizioni farmacologiche; é augurabile che si possa arricchire e completare  il messaggio elettronico con il code ICD-9 della malattia o malattie secondo il Family Practice  Management  e anche con il punteggio delle IADL e ADL. Sarebbe un grosso passo avanti per "conoscere" finalmente la realtá riguardante i pazienti anziani.
Computerized Physicians  order-entry (CPOE) é un sistema che ha migliorato in alcune nazioni la qualitá dell´intervento medico non solo in termini clinici, ma anche di valutazione dei costi, dell´appropriatezza degli interventi e degli errori. E´ ben noto il gap fra evidenza e pratica (il 30-40% delle decisioni mediche non sarebbero conformi alle evidenze disponibili); nonostante un´ampia disponibilitá delle linee guida tarda alquanto la loro applicazione. Il sistema informatizzato si é dimostrato di grande utilitá per allertare sul rischio di possibili patologie (per esempio alla dimissione dall´ospedale) ed attuare una possibile prevenzione; applicando questo sistema (clinical-computer alert) al rischio di tromboembolismo venoso si é ottenuta la riduzione del 40% del rischio relativo di trombosi venosa/embolia polmonare nei 90 giorni successivi alla dimissione ospedaliera [(NEJM 2005; 352: 969) - (http://www.fcg.com/…/patient-safety-and-computerized-physician-order-entry-CPOE.as )].
C´é da augurarsi che le raccomandazioni che emergono da studi qualificati come quello ricordato possano essere ascoltate anche in Italia e  soprattutto in geriatria, nelle cure primarie e nelle strutture per anziani dove non raramente prevale  il "fai da te".

Gianfranco Salvioli


Gli anziani nel Comune di Montaione

Per la prima volta in Italia un Comune si é dato una commissione per porre al centro dei futuri atti amministrativi l´attenzione alle persone anziane.
Nel Comune di Montaione (Fi) sono residenti circa 3.600 abitanti e gli anziani rappresentano il 25,30% della popolazione; l´indice d´invecchiamento é di ben 225,06 mentre a livello di zona la percentuale degli ultra sessantacinquenni é del 21,95% e l´indice d´invecchiamento é di 170,67. Il centro storico é un piccolo scrigno architettonico e storico, mentre dal punto di vista turistico vi é una consolidata tradizione, con oltre 250.000 presenze turistiche all´anno. Il comune di Montaione con delibera n 28 del 9/3/05 ha costituito una commissione presieduta dal Sindaco Sig.ra. Paola Rossetti, coordinata dal sottoscritto, responsabile dell´Unitá Operativa di Geriatria dell´Azienda USL n° 11, e dai tecnici comunali di vari settori: Delio Fiordispina (Responsabile Servizi Socio-Assstenziali), Alberta Cioni (Assistente Sociale), Fiorenzo Grifoni (geometra dell´U.T. responsabile dei Lavori Pubblici), Massimiliano Mengoni (Responsabile della Polizia Municipale).
L´aspetto innovativo ed originale del progetto "Montaione d´Argento" consiste proprio nella presa d´atto della necessitá di un approccio globale geriatrico nelle abituali attivitá istituzionali di un Comune. Questo consentirá nei prossimi anni di rispondere piú adeguatamente ai bisogni della popolazione che invecchia indirizzando le abituali risorse amministrative. Il progetto si prefigge inoltre di stimolare le competenze del volontariato, delle parti sociali, e del tessuto produttivo del comune nell´ottica del miglioramento della qualitá della vita delle persone piú fragili.

Vincenzo Vismara

Gli "Anziani"  al Festival di Sanremo

Prendo a pretesto il 55° Festival di Sanremo per trarre alcune considerazioni "gerontologiche" scaturite durante la visione delle serate canore.
Finalmente, accanto ai giovani rampanti  gli anziani, e perché no, i vecchietti. Califano, Di Capri, l´intramontabile Arigliano e la sua band jazzistica si sono rimessi ancora una volta in discussione, hanno gareggiato, hanno sfidato con le loro forze e con le modifiche anatomofunzionali dei loro apparati vocale, muscolo-scheletrico, uditivo....... il pubblico, offrendo intense atmosfere ed  emozioni particolari.
E´ vero che l´invecchiamento ha menomato forse la prestazione canora non piú lucida come un tempo, ma sono rimaste intatte le capacitá ordinarie che hanno consentito a ciascuno di loro il mantenimento del decoro e della professionalitá.
Poi l´incantesimo si é spezzato: Califano prima, Arigliano poi a casa! Le giurie hanno sacrificato i piú deboli, quasi per selezione naturale: in quei momenti mi é sembrato di assistere a quelle dimissioni "selvagge" dei miei vecchietti ictati, fratturati, dementi che devono lasciare il posto letto perché il tempo é scaduto, perché l´aspettativa di vita é zero o quasi!
Grazie dunque a tutti coloro che hanno dato la possibilitá a questi "nonni della canzone" di esibirsi e soprattutto di essersi sentiti ancora a pieno titolo parte integrante di questa societá che corre, che chatta, che brucia i traguardi, dimostrando come un invecchiamento sereno, attento, in attivitá consenta performance di alto profilo.

Gennaro Lerro


Congressi e Corsi

CONGRESSI/CORSI

Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri
Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare Aldo e Cele Daccó
CORSO DI FORMAZIONE:
STATISTICA MULTIVARIATA PER LA RICERCA BIOMEDICA

Ranica (Bergamo) 5 Marzo - 26 Maggio 2005
Segreteria organizzativa: Marta Cattaneo Daniela Riceputi
Telefono 035 45351- 4535313 - fax 035 4535370
e-mail: mcattaneo@marionegri.it, riceputi@marionegri.it



Cattedra di Geriatria Universitá "Federico II" Napoli-Asl Napoli 4 Servizio Fasce Deboli
INCONTRI FORMATIVI SU: "PROBLEMI CLINICO-ASSISTENZIALI IN GERIATRIA"
Brusciano (Na) 9 Marzo-20 Aprile 2005
Segreteria Scientifica ed Organizzativa: Dott.ssa Maria Galdi, Dott. Carmine Fuschillo
Tel. 081 3173101 e-mail: c.fuschillo@libero.it



Associazione per la Ricerca Geriatrica Interdisciplinare e Provincia di Treviso
SALUTE E QUALITÁ DELLA VITA NELL´ANZIANO:
NUOVI SCENARI E NUOVE STRATEGIE PER UNA SOCIETÁ IN EVOLUZIONE
Treviso 8 aprile 2005
Segreteria Scientifica: Dott. Maurizio Gallucci e-mail: mauriziogal@iol.it
Segreterie Organizzative:
Studio Interpreti Traduttori Treviso Tel.0422 543726 Fax: 0422 583888
email: info@scuolainterpretitraduttori.it
Sig.ra E. Fonte tel. 0422 322743 fax 0422 322663 email: efonte@ulss.tv.it



Gruppo Geriatrico Genovese
L´ALIMENTAZIONE NEL PAZIENTE GERIATRICO
Genova Cornigliano, 12 Aprile -17 Maggio 2005
Segreteria Scientifica:  Gruppo Geriatrico Genovese - Tel. 010255107 - cell. 3475500382
claiva@libero.itwww.gruppogeriatricogenovese.it


Associazione Italiana di Psicogeriatria
5° CONGRESSO NAZIONALE
LA PSICOGERIATRIA NELL´EPOCA DELLE PASSIONI TRISTI
Gardone Riviera (Bs) 14-16 aprile 2005
Segreteria Scientifica: Dott. Angelo Bianchetti - Sig.ra Sandra Martini
Associazione Italiana di Psicogeriatria - Tel. 030 3757538 - fax 030 48508
e-mail: angelo.bianchetti@grg-bs.it - smartini@grg-bs.it
Segreteria organizzativa: G&G International Congress srl
Tel. 06 5043441 - fax 06 5033071
e-mail: congressi@gegcongressi.com


Azienda ULSS 16 - Padova -Azienda Ospedaliera Universitá di Padova
MEETINGS INTERDISCIPLINARI DI GERIATRIA
Padova 19 Aprile-23 Giugno 2005
Segreteria Scientifica: Dott. Valter Giantin
Tel. 049 821 8959 e-mail: valter.giantin@unipd.it
Segreteria Organizzativa: Forteventi Padova
Tel. 049 8761221 - Fax 049 8788839
e-mail: info@forteventi.191.it


Associazione Italiana Podologi
XX CONGRESSO NAZIONALE DI PODOLOGIA.
LA SALUTE DELL´ANZIANO. DALLA TESTA AI PIEDI
Sanremo 22 - 25 Aprile 2005
Segreterie Organizzative: AIP Roma Tel. 06. 2282023 e-mail aip@tin.it
Sanremo Promotion Tel. 0184 591600 e-mail: info@sanremopromotion.com


Istituto Giano e Associazione Rafael
NURSING E BIOETICA
METODOLOGIA PER L´ANALISI E LA DISCUSSIONE DEGLI ASPETTI ETICI APPLICATI ALLA PRATICA INFERMIERISTICA (V edizione)
Pinerolo (TO), aprile - maggio 2005
Segreteria Scientifica: Associazione Rafael - Pinerolo
Tel. e fax 0121 323047
e-mail: rafael@aruba.it - www.associazionerafael.it


Incontri di Geriatria 2005 a Casa Sollievo della Sofferenza
CURARE L´ANZIANO
S. Giovanni Rotondo (Foggia) 7, 21 Maggio e 4 giugno 2005
Segreteria scientifica: Dott. Piero D´Ambrosio, Dott. Francesco Paris
Tel  0882.410467  -  Fax 0882.410.271   e-mail: geriatria@operapadrepio.it
Segreteria Organizzativa: Regia Congressi - Firenze
Tel. 055 456531  - Fax 055 4565440  -  e-mail: info@regiacongressi.it


2nd Congress of the International Society for Vascular Behavioural and Cognitive Disorders
VAS-COG 2005
Firenze 8-12 giugno 2005
Segreteria Organizzativa: Congr Gteborg AB Tel: 46 (0)31 708 60 00 Fax: 46 (0)31 708 60 25
e-mail: vas-cog2005@gbg.congrex.se
www.vas-cog.org/vas-cog2005


5TH INTERNATIONAL CONFERENCE ON HOMOCYSTEINE METABOLISM
Milano 26-30 giugno 2005
Segreteria Organizzativa: N.L. Congressi Roma
Tel. 06 86217861 - Fax 06 86202525
e-mail: homocysteine2005@nlcongressi.it
www.homocysteine2005.com


ASSISTERE CHI ASSISTE
L´ASSISTENZA AL PAZIENTE AFFETTO DA DEMENZA

Monza, 14,17,28 Settembre, 1 Ottobre 2005
Segreteria scientifica: G. Annoni - G. Scivoletto
Segreteria organizzativa: Formazione Professionale
ASL 3 Provincia di Milano - Monza - tel. 0392384343


XVI Corso Nazionale per Infermieri
LA RELAZIONE CON IL PAZIENTE ANZIANO
Folgaria (Trento), 29 settembre - 2 ottobre 2005
Segreteria scientifica: F. Castelletti, E. Zanetti
Gruppo di Ricerca Geriatrica - Brescia
Tel. 030 3757538 - fax 030 48508 - e.mail progetti@grg-bs.it


2ND EUGMS SYMPOSIUM: "GERIATRIC CARDIOLOGY"
A MEETING POINT FOR GERIATRICIANS AND CARDIOLOGIST

Madrid, 21-22 ottobre 2005
Segreteria organizzativa: BIOTOUR S.A. Madrid
e-mail: gc2005@biotour.es
www.biotour.es/gc2005 - www.eugms.org


Societá Italiana di Gerontologia e Geriatria
50° CONGRESSO NAZIONALE SIGG
"LA GERIATRIA ITALIANA:
50 ANNI ALLA RICERCA DEL NUOVO"
Firenze  9-13 novembre 2005
6° CORSO MULTIPROFESSIONALE DI NURSING
"L´INFERMIERE IN GERIATRIA:
UN RUOLO CENTRALE NELLA CONTINUITÁ ASSISTENZIALE"

Firenze 10-12 novembre 2005
4° CORSO DI RIABILITAZIONE COGNITIVA
"PLASTICITÁ NEURONALE, PREVENZIONE E RIABILITAZIONE COGNITIVA
DELLE PATOLOGIE NEURODEGENERATIVE"
Firenze 10-11 novembre 2005
1° CORSO PER PSICOLOGI
"PSICOLOGIA E GERIATRIA: UN CONNUBIO EFFICACE"
Firenze 12-13 novembre 2005
Segreteria Scientifica: SIGG
Via G.C. Vanini 5 - 50129 Firenze
Tel.055 474330 - Fax 055 461217
e-mail: sigg@sigg.it - www.sigg.it
Segreteria organizzativa: G&G International Congress srl
Tel. 06 5043441 - fax 06 5033071
e-mail: congressi@gegcongressi.com